Home

DICEMBRE 2005

 

5/12/2005 NATALE A FINALE LIGURE

Prenderanno il via con la tradizionale Festa dell’Immacolata Concezione dell’8 dicembre le manifestazioni natalizie in programma a Finale.  Come da tradizione, la Festa dell’Immacolata coinciderà con l’accensione delle luminarie in tutta la città e l’apertura delle bancarelle e delle giostre del Luna Park sul lungomare.

In cartellone, una serie di iniziative che spazieranno dalle mostre d’arte ai concerti, dai pomeriggi di animazione per bambini alle feste di piazza. Fra i principali appuntamenti, la mostra “100% LodolAndy”, con opere realizzate a quattro mani da Marco Lodola e Andy dei Blu Vertigo, l’esposizione internazione di ex libris a tema marinaresco all’Oratorio de’ Disciplinanti e la Festa di Capodanno del 31 dicembre in piazza Vittorio Emanuele e in piazza di Spagna.

Dice l’assessore al turismo, Angelo Berlangieri: “Con la collaborazione delle associazioni cittadine è stato possibile strutturare un calendario di manifestazioni articolato sia nelle date, sia nel tipo di attività, sia nella localizzazione in tutti i rioni della città, offrendo un programma adeguato a garantire la giusta accoglienza ai turisti e ai residenti che trascorreranno le vacanze di Natale a Finale Ligure”.

Commenta l’assessore alla cultura, Nicola Viassolo: “Le due mostre che inaugureremo il 17 dicembre sono state pensate per soddisfare gusti ed esigenze diverse. L‘esposizione internazionale di ex libris avrà anche valenza didattica mentre la serata inaugurale di “100% LodolAndy” sarà interamente dedicata ai giovani con un concerto dei “Bhangra Beat” e una dj session di Andy dei Blu Vertigo, cui parteciperà anche Omar Pedrini, dei Timoria. Con eventi di questo genere mettiamo in atto la sinergia voluta con l’unione degli assessorati alla cultura, alla pubblica istruzione e alle politiche giovanili”.

 

Ed ecco il calendario del Natale 2005:

 

MOSTRE ED ESPOSIZIONI

Fortezza di Castelfranco - Finalmarina: dal 17 dicembre all’8 gennaio “100% LodolAndy”, da venerdì a domenica, ore 15/19.

Sabato 17 dicembre alle ore 21, nelle sale della Fortezza di Castelfranco, con la mostra 100% LodolAndy, sarà inaugurato un progetto, curato da Riccardo Zelatore, che, mettendo in relazione le arti visive e la musica, assume l’aspetto di un vero e proprio evento multisensoriale e multidisciplinare. La mostra si sviluppa attraverso un percorso di 20 opere di formato cm 100x100, realizzate a quattro mani da Lodola e Andy dei Blu Vertigo per il Valtrompia Music Art diretto da Omar Pedrini. La serata inaugurale sarà animata dalla presenza musicale dei Bhangra Beat. Alle ore 22,30 Andy si esibirà in una dj session con interventi live dello stesso Marco Lodola e con la partecipazione speciale di Omar Pedrini.

 

Oratorio de’ Disciplinanti - Finalborgo: dal 17 dicembre al 31 gennaio, “L’uomo e il mare” mostra internazionale di ex libris a tema marinaresco, tutti i giorni, escluso il martedì, dalle ore 14,30 alle 20,30. Organizzata dall’Assessorato alla cultura del Comune, con la collaborazione della Biblioteca Mediateca Finalese ed il contributo della Fondazione Zetti di Milano, la mostra è patrocinata dall’Associazione Catalana Ex Libristi, dall’Associazione Incisori Liguri, dall’Associazione Italiana Ex Libris e dal Museo Ex Libris Mediterraneo. Per l’occasione sarà pubblicato un catalogo in italiano e inglese. Il percorso espositivo permetterà di approfondire vari aspetti del ricco tema marinaresco.

 

Teatro Aycardi Finalborgo: dal 20 dicembre mostra di quadri del maestro “Mantero”

 

Museo archeologico del Finale: tutto il mese tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 9,00 alle 12, e dalle 14,30 alle 17,00, mostra “Il Finale e il Mare”

Luna Park
8/11 Dicembre - Lungomare Migliorini e P.za Wuillermin

Festa dell’Immacolata – Giovedì 8 dicembreDal mattino alle 19,00 – Lungomare Migliorini – Fiera della Concezione
Al Pomeriggio – Processione lungo le vie del Centro storico di Finalmarina

“Gustosa…mente” – Delizie nei Chiostri – Sabato 10 e Domenica 11 dicembre – In collaborazione con la Comunità Montana Pollupice
Auditorium e Chiostri Complesso Monumentale S.ta Caterina FinalBorgo - Esposizioni, degustazioni, convegni sui prodotti tipici locali delle Vie del Vino e dell’Olio.

“Adotta una Pigotta” a favore dell’UNICEF – Sabato 10 e Domenica 11 dicembre
Via Garibaldi Centro Storico di Finalmarina, dalle 10,00 alle 17,00.

CONCERTI

Sabato 10 dicembre
Abbazia Benedettina di Finalpia, ore 21,00: Concerto di Natale della corale “Soreghina”.

Venerdì 16 dicembre
Teatro Angelicum Finalpia, ore 21,00: Unitre del Finale - Concerto di Natale.

Sabato 17 dicembre
Basilica di San Giovanni Battista Finalmarina, ore 15,30: Concerto di Natale dell’Orchestra Giovanile di Finale Ligure

Fortezza di CastelFranco, dalle ore 21,00: inaugurazione della mostra “LodolAndy” e concerto con la partecipazione di Andy dei “Blu Vertigo” e di Omar Pedrini dei “Timoria”.

Basilica di San Biagio Finalborgo, ore 21,00: Elena Piccione – “Recital di Pianoforte”.

Domenica 18 dicembre
Vie cittadine al mattino: sfilata della banda folcloristica “Rumpe e Streppa”

Oratorio di Finalpia, ore 16,00: Banda Maria Pia – Concerto di Natale

Giovedì 22 Dicembre
Auditorium Complesso di S.ta Caterina Finalborgo ore 14,30: Scuole Medie di Finale Ligure – Concerto di Natale

Gran Galà dell’associazione Centro Storico del Finale – Sabato 17 dicembre
Auditorium – Complesso monumentale di S.ta Caterina, dalle ore 21,00

Natale del Bambino Sportivo – Domenica 18 dicembre – in collaborazione con la Polisportiva del Finale
P.za di Spagna e lungomare Migliorini Finalmarina dal mattino - esibizioni e presentazione attività sportive delle Associazioni aderenti alla Consulta dello Sport.

NATALE A FINALPIA – in collaborazione con i commercianti e l’Associazione “Garosci de Pia”

 

Sabato 10 Dicembre
Vie del Centro Storico di Pia - Dolci sorprese

Venerdì 16 Dicembre
Casetta di Babbo Natale – Giardini Via Santuario Finalpia, dalle ore 15,00: scrivi una letterina a Babbo Natale

Sabato 17 Dicembre
Lungomare Migliorini Finalpia (zona Patio), dalle ore 15,00: vecchi giochi della tradizione popolare

Mercoledì 21 Dicembre
Teatro Angelicum Finalpia, ore10,00: tombola e canti di Natale – scuole elementari di Calvisio

Giovedì 22 Dicembre
Teatro Angelicum Finalpia, ore10,00: tombola e canti di Natale – scuole elementari di Finalpia

Venerdì 23 Dicembre
Casetta di Babbo Natale – Giardini Via Santuario Finalpia, dalle ore 15,00: giochi in musica

Sabato 24 Dicembre
Vie del Centro Storico di Pia – Distribuzione doni di Babbo Natale

Venerdì 30 Dicembre
Casetta di Babbo Natale – Giardini Via Santuario Finalpia, dalle ore 15,00: spettacolo di giocoleria e palloncini

Giovedì 5 Gennaio
Casetta di Babbo Natale – Giardini Via Santuario Finalpia, dalle ore 15,00: tombola della Befana

 

NATALE INSIEME A FINALBORGO – Venerdì 23 Dicembre, dalle ore 15,30 – In collaborazione con “I Musicanti del Borgo”
Mercatino di Natale, musica, gastronomia e tanto altro…

 

LA GIORNATA DELLO SHOPPING – Giovedì 29 dicembre – in collaborazione con l’Ascom di Finale e le Associazioni dei venditori Ambulanti
Lungomare Migliorini e vie del Centro storico di Finalmarina, dal mattino alle 19,00 – mercato ed apertura dei negozi del centro storico.

CAPODANNO IN PIAZZA – P.za Vittorio Emanuele II e P.za di Spagna – Sabato 31 dicembre dalle ore 21,30
Festa di Capodanno con musica, ballo animazione, fuochi artificiali, panettone e brindisi di mezzanotte.

ASPETTANDO…LA BEFANA – dal 2 al 6 gennaio 2006

Lunedì 2 Gennaio - in collaborazione con la Compagnia di San Pietro
Porto Capo San Donato e mare antistante Finalmarina, dalle ore 18,30: Carosello di barche illuminate.

Mercoledì 5 Gennaio – in collaborazione con la Compagnia di San Pietro
Spiaggia dei Neri Finalmarina, dalle ore 16,30: Aspettando la Befana e falò in riva al mare.

Venerdì 6 Gennaio – in collaborazione con la Compagnia di San Pietro
Spiaggia dei Neri Finalmarina, dalle ore 10,00: Cimento della Befana

Venerdì 6 Gennaio – in collaborazione con il Centro Storico del Finale
Castel San Giovanni dalle ore 15,00: Dinô da Nüxe


COMUNE FINALE LIGURE

 

6/12/2005 Varigotti, cacciatore di nudisti fa condannare moglie e marito

L'uomo non sopporta bagnanti senza veli sulla spiaggia di Punta Crena. A giudizio altre coppie sempre denunciate da lui

 

Una coppia di nudisti (moglie e marito) denunciati e processati ieri. Altri due (due amici) denunciati e processati la settimana scorsa. Altri denunciati e ora in attesa di giudizio.
Davanti al giudice di pace di Savona c'è un piccolo boom di cause che vedono savonesi e turisti imputati per la violazione dell'articolo 726 del codice penale: "Atti contrari alla pubblica decenza". La loro colpa è stata spogliarsi completamente per una tintarella senza veli sulla spiaggia savonese che storicamente accoglie i nudisti (o naturisti, come si autodefiniscono): punta Crena a Varigotti, tra Noli e Finale. E il perché di questo boom è presto spiegato: dall'estate scorsa c'è in azione un vero e proprio cacciatore di nudisti. È un genovese che risiede tra Arenzano e Varigotti ed evidentemente non apprezza questa forma di libertà neppure in angoli appartati come la Baia dei Saraceni. Appena si imbatte in bagnanti senza veli chiama i carabinieri e li denuncia. Nella sola estate del 2004 lo ha fatto diverse volte ed il risultato è che in questi mesi in tribunale a Savona sono pendenti vari ricorsi presentati proprio da naturisti sanzionati. Perché dopo le segnalazioni del cacciatore i militari sono costretti ad intervenire e identificare i "responsabili". E poi visto che si tratta di un reato (quindi penale), ma di competenza del giudice di pace, i processi nascono davanti al giudice di pace. E negli ultimi giorni ne sono nati ben quattro.
L'ultima coppia che ha pagato per la segnalazione del cacciatore sono moglie e marito di Pinerolo, trentenni, sorpresi nel settembre dell'anno scorso. Ieri il loro ricorso è stato affrontato dal giudice di pace Isabella Cocito, nella vita avvocato di Genova, che alla fine ha trovato una soluzione estrosa per chiudere la partita: ha proposto (e ottenuto) di non emettere una sentenza ma usare una delle condotte riparatorie che estingono il reato. In sostanza ha disposto che i coniugi versino una cifra in beneficenza a un ente o associazione di volontariato savonese. In questo caso hanno optato per 300 euro all'associazione Airc (nella ricerca contro i tumori). «Mi è sembrata la soluzione migliore - spiega il giudice Cocito - Quando si possono usare queste soluzioni riparatorie sono ottime perché hanno una ricaduta positiva sulla società...».
La coppia piemontese ha accettato di pagare ma davanti al giudice si è comunque difesa con i denti. Assistiti dall'avvocato Simona Perrone hanno infatti sostenuto: «Lungi dall'essere un atto contrario alla pubblica decenza, svestirci è stato un modo per adeguarci al contesto, visto che tutti erano svestiti». «Tra l'altro si tratta di persone perbene - aggiunge l'avvocato Perrone - quel giorno avevano persino il figlioletto con loro».
Però per il cacciatore di nudisti la loro nudità offendeva il decoro e il buon gusto. Da qui la denuncia ed i guai. Esattamente come accaduto poche settimane prima a due amici (uomini) scoperti a loro volta senza veli e denunciati. Anche loro nella spiaggia finalese. Il loro ricorso la settimana scorsa è stato affrontato da un altro giudice di pace savonese (in questo caso il coordinatore dei giudici, Giuseppe Franco Bruno). E alla fine la soluzione è stata la medesima: niente condanna bensì versamento di una cifra in beneficenza. E presto toccherà ad altri. Perché il cacciatore, nell'estate 2004, ha fatto caccia grossa.

Dario Freccero


"IL SECOLO XIX"

 

6/12/2005 “VIAGGI DI CLASSE” Turismo scolastico a Finale Ligure

 

Si ampliano le proposte per il turismo scolastico a Finale Ligure. In seguito alla positiva esperienza degli anni scorsi, che ha visto centinaia di alunni delle scuole elementari e medie del Piemonte svolgere attività didattiche sulla spiaggia di Varigotti, il Comune ha deciso di strutturare in modo più organico l’offerta, proponendo soggiorni della durata di tre giorni che prevedono anche la visita del Museo Archeologico del Finale.

L’iniziativa coinvolge Trenitalia e un’agenzia di Alba, la V.I.C, che fornisce il necessario supporto tecnico. Sia le escursioni di un giorno a Varigotti, sia le gite di tre giorni, sono state inserite dalla V.I.C. in un catalogo, intitolato “Viaggi di classe”, distribuito alle scuole d’infanzia e alle scuole primarie del Piemonte, della Lombardia e della Val d’Aosta.

UN’AULA IN RIVA AL MARE – Escursione di un giorno

Nei pressi dell’area naturale di Punta Crena, giornata di lezioni, laboratori e giochi interattivi sull’ecosistema marino. Osservazioni guidate da biologi marini.

Accompagnati dai loro insegnanti, i bambini arrivano in treno a Finale e raggiungono Varigotti con un bus-navetta messo a disposizione dal Comune. In caso di mal tempo, utilizzano le aule delle ex scuole elementari.

UN MARE D’AVVENTURE - Gita di tre giorni

Attività di educazione all’ambiente marino, escursione in motonave al Santuario dei cetacei, visita al Museo Archeologico del Finale e partecipazione ai laboratori didattici sperimentali.

Dopo la giornata trascorsa a Varigotti, i bambini partecipano ad un’escursione in motonave per attività guidata di osservazione dei cetacei (partenza da Porto Maurizio). Il soggiorno si conclude con la visita al Museo e la partecipazione ad uno dei laboratori didattici di archeologia sperimentale. Le attività di laboratorio, seguite da animatori specializzati, permettono ai ragazzi di conoscere in modo diretto i materiali e le tecniche di produzione in uso nell’antichità e di rivivere le esperienze dell’uomo antico:

-Il mestiere dell’archeologo: lo scavo e lo studio dei reperti
-La pittura sulle pareti delle caverne come ai tempi della Preistoria
-L’uomo e l’utilizzo di materie prime: la produzione di oggetti in ceramica
-La macinazione dei cereali e la preparazione di alimenti nell’Antichità
-Il gioco dei semi e dei frutti nei livelli archeologici

 

COMUNE FINALE LIGURE

 

9/12/2005 «Il cacciatore di nudisti? Ignora il buon senso e la legge»

Naturisti indignati per il processo alle coppie di punta Crena

 

Finale L'altro giorno i processi a due coppie di nudisti sorpresi l'estate scorsa senza veli a punta Crena, tra Varigotti e Finale, nella spiaggia-paradiso dei naturisti. Veniva contestato loro il reato 726 del codice penale: "Atti contrari alla pubblica decenza". Dei loro casi si sono occupati due giudici di pace di Savona che hanno poi chiuso la vicenda con soluzioni estrose (niente condanna, ma una quota in beneficenza).
Una sentenza che però ha fatto imbestialire Massimo Guiggiani, il presidente nazionale dell'Anita, l'associazione naturista italiana nata nel 1967. Cinquantenne, sposato, due figli già adulti, nella vita professore ordinario di Meccanica applicata alla facoltà di Ingegneria di Pisa, è naturista da anni e considera il caso finalese una vergogna nazionale.
«Come non essere indignati dalla notizia riportata dal Secolo XIX sulla "caccia ai nudisti" - ha scritto - penso che qualsiasi cittadino dovrebbe esserlo, anche se non naturista, per le palesi violazioni dei più elementari diritti civili, causate, purtroppo, dall'ignoranza...».
«I naturisti sono, fino a prova contraria, persone normalissime, cittadini onesti, con uno spiccato senso del rispetto, che li porta, per esempio, a non lasciare mai rifiuti sulle spiagge - prosegue - e ovviamente praticano il naturismo solo in zone in cui è consuetudine, come appunto Varigotti. Il naturismo è infatti una filosofia e uno stile di vita, improntato alla semplicità, al contatto con la natura, alla tranquillità. Niente a che vedere con l'esibizionismo e i comportamenti volgari. Non a caso questa pratica non è vietata dalla legge e ormai da molti anni la magistratura si è mostrata pressoché unanime nel ritenere pienamente legittimo il naturismo in zone in cui è praticato abitualmente. Nel corso dell'anno 2000 ci sono state ben due sentenze della Cassazione in questo senso».
«Chi ha operato segnalando e sanzionando quei naturisti ha ignorato il buon senso, ma anche e soprattutto il quadro normativo - ha concluso Guiggiani - questo "cacciatore di nudisti"è un segnale inquietante. Le forze dell'ordine non erano affatto tenute ad intervenire. Se la segnalazione avesse riguardato, per esempio, una donna in topless, sicuramente non l'avrebbero fatto. Spero che Varigotti resti un ritrovo naturista, com'è sempre stato, e che tutti noi naturisti continuiamo a frequentarlo».

D. Frec.


"IL SECOLO XIX"

 

14/12/2005 Il porto turistico di Finale si amplia con nuovi servizi
Terminato il progetto esecutivo, al via la gara d’appalto


FINALE L.

A 40 anni dall’inaugurazione il porto di Capo San Donato a Finale sarà completato. Un contributo regionale di un milione e 300 mila euro ed un mutuo del Comune di 559 mila euro, permetteranno in tempi brevi (le procedure di gara d'appalto sono nella loro fase finale), di iniziare i lavori di un primo lotto. Per un secondo lotto, per una somma vicina ai 2 milioni di euro finanziata con un aumento delle tariffe che sarà votato dalla giunta Richeri, è pronto il progetto esecutivo. «Il termine dei lavori non sarà certo a breve ed è legittimo attendersi anche qualche disagio ma, una volta concluso l’intervento, il porto cambierà decisamente faccia. Dal progetto originario abbiamo eliminato il nuovo svincolo, che avrebbe occupato l’intera area per il rimessaggio, ed abbiamo concentrato le nuove sedi delle associazioni in un unico manufatto all’ingresso dell’approdo, in luogo di una sede distaccata lungo la banchina di sottoflutto», spiega l'assessore Massimo Gualberti. Nella nuova struttura troveranno anche posto bar, ristorante, delegazione di spiaggia, ufficio porto, locale marinai, servizi igienici e due autorimesse interrate. Conclude Gualberti: «Sarà migliorato l’accesso con un nuovo svincolo, concordato con la Provincia, dotato di corsie di accelerazione ed un raccordo con la nuova passeggiata che collegherà il porto a Finalpia. Sfruttando il percorso pedonale interno, che sarà arredato, illuminato e pavimentato, si potrà raggiungere la passeggiata che arriva già ora sul lato di levante e che collega Varigotti. A lavori conclusi, Finale potrà vantare uno dei porti più belli della Riviera ed insieme una delle passeggiate a mare più lunghe. Sarà, infatti, possibile passeggiare ininterrottamente dal borgo di Varigotti sino al confine con Borgio. Riconoscendo una parte del merito anche alla precedente Amministrazione che ha presentato le domande di contributo, mi sento di poter dire che la realizzazione di queste opere possa costituire un buon risultato, soprattutto per la città». Il Comune di Finale ha affidato all'esterno la gestione del porto, alla una spa «Finale Ambiente» che è di proprietà comunale al cento per cento. Spiegano in Comune: «Nei mesi scorsi, la rigidità del bilancio ha fortemente rallentato la funzionalità del porto. Un impianto guasto, la necessità del dragaggio, il monitoraggio delle catenarie e così via, non possono certo aspettare la trafila che un Comune deve osservare, ed in più sussistono sempre gli eventi imprevedibili. Il fatto che il porto possa essere gestito da una Spa a totale controllo pubblico permetterà il mantenimento dei vantaggi della gestione pubblica, unendo però la duttilità di una gestione privata».


"LA STAMPA"

 

16/12/2005 VERDE PUBBLICO Finale Ambiente cresce l'organico

Finale Verrà approvato mercoledì 21 dicembre, il nuovo piano finanziario della "Finale Ambiente Spa" che metterà la società pubblica nelle condizioni di eseguire e di gestire tutti i servizi che riguardano il verde pubblico, lo spazzamento delle strade ed il ritiro dei rifiuti solidi urbani. E con il gennaio 2006, alla società verrà affidata anche la gestione del porto turistico e dei cimiteri ed la riscossione dei pagamenti relativi ai servizi erogati. Un incremento delle mansioni a cui l'amministrazione comunale farà fronte con un aumento del personale in organico che verrà incrementato di cinque unità. Duemilioni e 900 mila euro è la cifra prevista nel piano finanziario e che sarà a completa disposizione della Finale Ambiente. E dal 1° gennaio i cittadini finalesi dovranno fare anche i conti con l'aumento dei costi per lo smaltimento della spazzatura che avrà un incremento del 16% dovuto al passaggio da tassa a tariffa.

"IL SECOLO XIX"

 

17/12/2005 Concerti e medioevo oggi a Finale


FINALE L.

«100% LodolAndy» mostra (con concerto) di Marco Lodola e Andy dei Bluvertigo, esposizione internazionale d’ex libris, «Galà del Marchesato» e concerti a San Giovanni e San Biagio. Un sabato ricco d’appuntamenti a Finale.

LODOANDY Si intitola «100% LodolAndy» la mostra di Marco Lodola e Andy dei Bluvertigo in programma, da oggi all'8 gennaio, nella Fortezza di Castelfranco. Il progetto, curato da Riccardo Zelatore, è un vero e proprio evento multisensoriale e multidisciplinare che mette in relazione le arti visive e la musica. La mostra si sviluppa attraverso un percorso di 20 opere di formato 100x100 centimetri, realizzate a quattro mani da Lodola e Andy per il Valtrompia Music Art diretto da Omar Pedrini. Per l'inaugurazione (ore 21), il concerto dei «Bhangra Beat» (ex gruppo di Marco Lodola e una dj session di Andy con interventi live dello stesso Lodola e la partecipazione di Omar Pedrini. Un reading di poesie di Massimo Tantardini completerà l'evento.

EX LIBRIS La storia del mare e la vita e le avventure dei marinai. Saranno al centro dell’esposizione internazionale d’ex libris, a tema marinaresco «L’uomo e il mare», che si terrà da oggi al 31 gennaio presso il complesso di S. Canterina nell’Oratorio de Disciplinanti. In mostra oltre 400 ex libris raccolti in 107 pannelli.

CENTRO STORICO Festa per l'associazione Centro Storico del Finale. Alle 21, presso l’auditorium del complesso di Santa Caterina a Finalborgo, la terza edizione del «Galà del Marchesato». Nella serata si ripercorreranno le manifestazioni estive con immagini, filmati e backstage.

CONCERTI Alle 15,30, a cura della Società Filarmonica, nella Basilica di San Giovanni Battista di Finalmarina l’Orchestra giovanile del Finale diretta dal maestro Paolo Venturino, eseguirà il Concerto di Natale. Concerto, alle 21, anche nella Basilica S. Biagio con la giovane e promettente pianista Elena Piccione dell'Accademia Musicale Finalese. Domani «Suoni Solidali» per beneficenza (ore 17 Varigotti, sede dell'Accademia), con i Gruppi cameristici diretti da Cucile Peyrot e Salvatore Scarlata.

a. r.
"LA STAMPA"

 

23/12/2005 Presentazione del libro VARIGOTTI E LA CHIESA DI SAN LORENZO
Venerdì 30 dicembre, ore 21 Centro Civico “Roberto Fontana”, Varigotti

 

In occasione dei suoi dieci anni di vita, l’associazione “Amici di San Lorenzo” presenterà venerdì 30 dicembre alle ore 21, presso il Centro civico “Roberto Fontana” (ex scuole elementari) di Varigotti, il libro “Varigotti e la chiesa di San Lorenzo: un antico porto della Liguria di Ponente”.

Alla stesura del testo, curato dal professor Giovanni Murialdo, hanno collaborato autori diversi, fra i quali anche Gina Lagorio, con un inedito fatto pervenire nel maggio di quest’anno.

ASSOCIAZIONE “AMICI DI SAN LORENZO”

All’inizio degli anni ’90, l’antica chiesa di San Lorenzo a Varigotti, alta su uno sperone roccioso a picco sul mare sopra la Baia dei Saraceni, abbandonata e con il tetto crollato, sembrava destinata alla totale rovina. Nel ’95, un gruppo di abitanti e di affezionati turisti diede vita all’Associazione “Amici di San Lorenzo”, con il preciso scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e le amministrazioni territoriali per il restauro dell’edificio, proponendosi tra i fini statutari la sua futura cura e manutenzione. Al termine di un lavoro complesso per le difficoltà del sito, di cui sono stati testimonianza il grande ponteggio posto in opera per raggiungere la sottostante via Aurelia e l’intervento di un elicottero per recare e porre in opera le travi della nuova struttura del tetto, in tempi relativamente brevi la Chiesa è stata restaurata nelle antiche forme e restituita alla primitiva dignità.
L’Associazione assicura oggi la fruibilità dell’edificio nei giorni festivi o per visite concordate, e provvede alla pulizia ed al controllo delle strutture e dell’area circostante. Nei dieci anni decorsi dalla sua fondazione, ha provveduto ad interventi per la regimentazione delle acque meteoriche, per il rifacimento di muri a secco in pericolo di crollo o già franati nel perimetro del piazzaletto antistante la chiesa e lungo la strada d’accesso.
D’intesa con la Soprintendenza archeologica della Liguria, ha finanziato scavi nello spazio antistante l’edificio, antico cimitero del borgo in uso sino al 1719, con interessanti risultati che hanno confermato l’esistenza di un insediamento protobizantino connesso a quello della prospiciente Punta Crena e all’importanza di un antico porto nella Baia dei saraceni.

 

            Molti, oltre a Gina Lagorio, gli autori che hanno contribuito alla stesura del libro che sarà presentato il 30 dicembre:

Carlo Gagliardi. Il restauro della chiesa e i dieci anni dell’associazione “Amici di San Lorenzo”

Tiziano Mannoni. Il porto di Varigotti e le evidenze archeologiche

Giovanni Murialdo. Varigotti: un porto antico e la sua chiesa tra archeologia e fonti scritte

Alessandra Frondoni. Dodici anni di ricerche archeologiche a Varigotti

Aurora Cagnana, Rita Vecchiattini. Analisi stratigrafica delle strutture murarie e degli intonaci della chiesa di San Lorenzo

Paolo Palazzi, Loredana Parodi, Giovanni Murialdo. Le indagini archeologiche nella chiesa di San Lorenzo

Grant J. Mullen. La popolazione medioevale di Varigotti: lo studio paleoantropologico del cimitero medievale della chiesa

Monica Baldassarri. Reperti numismatici nell’area della chiesa di San Lorenzo

Giovanni Murialdo. Varigotti nella cartografia storica e in alcune fonti scritte da XVI e XIX secolo

Roberto Grossi. La lettura del territorio di Varigotti tra la fine del XVII e il XIX secolo attraverso i catasti

Giorgio Brusotti, Virgilio Ferrarotti, Teodolinda Giani. Gli interventi di restauro 1995 – 1997 sulla chiesa di San Lorenzo

Guido Lotti. Dal dissesto idrogeologico agli interventi di risanamento

 

Il libro è stato realizzato con la collaborazione dell’Istituto internazionale di Studi Liguri – sezione di Finale Ligure e del Museo Archeologico del Finale, e con il patrocinio della Soprintendenza ai Beni archeologici della Liguria.

 

COMUNE DI FINALE LIGURE

 

     

2006: gen

  2005 nov- ott- set- ago- lug- giu

HOME