Home

GIUGNO 2006

 
3/6/2006 ALLE 17,30 LA CERIMONIA DI APERTURA ALPUBBLICO
Una biblioteca anche a Varigotti



FINALE L.

Alle 17,30 sarà inaugurata presso il Centro Civico «Roberto Fontana» la Biblioteca San Lorenzo di Varigotti. La cerimonia che prevede, tra l’altro, la premiazione dei volontari della Biblioteca Civica e dell’Archivio Storico di Finale Ligure, un concerto del Duo Salvatore Scarlata, flauto traverso e Paola Arras, pianoforte (musiche di Mozart, Gluck, Godard, Mulé), nonché l’asta di un quadro di Sergio Paladini (il ricavato sarà utilizzato per la biblioteca stessa) Nasce il «Sistema Bibliotecario Finalese». La biblioteca è istituita grazie ad un accordo con l’Associazione «Amici di San Lorenzo» che ne garantisce l’apertura (dal 1° giugno al 30 settembre tutti i lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 21,00 alle 23,00). La Biblioteca è situata in una grande sala al secondo piano del Centro Civico, un locale spazioso in cui sono state sistemate scaffalature per 150 metri lineari, tavoli e sedie, espositori ed una postazione informatica collegata ad Internet. Attraverso quest’ultima sarà possibile consultare il catalogo della Biblioteca Mediateca Finalese (che funziona anche da Biblioteca Centro Sistema) e richiedere, eventualmente, un libro o qualsiasi altro materiale, anche multimediale, ammesso al prestito e presente nella sede di Finalborgo. Le tessere di iscrizione daranno pieno diritto di usufruire di tutti i servizi offerti dalle due strutture. Nelle prossime settimane sarà anche attivata la sezione cinema e, parallelamente, il servizio di prestito multimediale.

a. r.

"LA STAMPA"
 
3/6/2006 DA LUNEDI’ COMINCIANO I LAVORI DI RIASFALTATURA TRA FINALE E BERGEGGI
Intervento effettuato solo nelle ore notturne per limitare i disagi agli automobilisti


FINALE L.

Inizieranno lunedì notte i lavori di asfaltatura dell'Aurelia nei tratti interessati dalla posa delle nuove condotte di collegamento della rete fognaria di Finale al depuratore di Savona. Gli interventi, che si estenderanno per circa 4 chilometri e mezzo fra Finale, Noli, Spotorno e Bergeggi, interesseranno l'intera sede stradale con previsione di fresatura bei centri abitati se se ne presenterà la necessità. Le opere inizieranno nel territorio di Finale per poi proseguire in direzione di Bergeggi, con formazione di cantieri mobili regolati da senso unico alternato. Impossibile dare una previsione di quando i cantieri saranno rimossi. «I lavori si protrarranno per il tempo necessario a completare l’opera di asfaltatura e saranno eseguito solo nelle ore notturne al fine di limitare al massimo i disagi per la circolazione veicolare lungo l’Aurelia», si legga in una nota diffusa dalla Provincia di Savona.
Lavori sull’Aurelia, con conseguenti disagi al traffico, sono comunque in corso ormai da diverse settimane in molti punti del tracciato. A Ceriale, nel tratto parallelo alla stazione ferroviaria, a Varigotti, latoi monte, per la posa dei tubi dell’allaccio al depuratore consortile, e a Bergeggi, alla fine della discesa di Torre del Mare, per la realizzazione del marciapiede lato mare. In tutti e tre i casi il senso unico alternato, nelle ore diurne, provoca lunghe code.

s. p.
"LA STAMPA"
 

5/6/2006 Varigotti

Bosco in fiamme in località Isasco

Incendio di bosco, ieri pomeriggio, in località Isasco a Varigotti. L’allarme è scattato intorno alle 15,30 e ha mobilitato nell’opera di spegnimento i vigili del fuoco del distaccamento di Finale Ligure che hanno impiegato un’ora per avere ragione del rogo.
c. v.


"LA STAMPA"

 

 

6/6/2006 Completato entro fine mese il nuovo acquedotto di Finale

Rifornirà Varigotti, Calvisio, Monte, Verzi e la zona delle Manie. E' costato 400 mila euro

 

Finale Entro fine mese verrà completato il nuovo acquedotto comunale che eliminerà gli annosi problemi di approvvigionamento idrico a servizio delle frazioni di Varigotti, delle Manie, del Monte, di Calvisio e di Verzi. Quattrocentomila euro è stato il costo complessivo dell'opera, per il quale il Comune di Finale Ligure ha ottenuto 310 mila euro di finanziamento dalla Comunità Europea per opere mirate al sostegno delle attività agricole. Il nuovo acquedotto, che è stato potenziato grazie ad un progetto realizzato dall'amministrazione Richeri, consentirà di affrontare la nuova stagione estiva senza i soliti problemi che ogni anno, soprattutto nella stagione calda, erano soliti sorgere in quelle zone.
Più problematica è invece la costruzione di nuovi serbatoi d'acqua, il cui costo complessivo è pari ad un milione di euro. «Il progetto ereditato dall'ex amministrazione Cervone è costosissimo - ha dichiarato l'assessore ai lavori pubblici, Massimo Gualberti - e non può essere sostenuto dalle casse del Comune. La spesa ammonta infatti ad un milione di euro per cui bisognerà vedere come risolvere questo problema. Intanto abbiamo risolto il problema dell'acquedotto, nonostante le polemiche sollevate dalla minoranza consigliare».
Infatti, proprio in questi giorni, il consigliere di minoranza dell'Ulivo Franco De Sciora aveva presentato una richiesta all'amministrazione Richeri per avere notizie sulla costruzione dei nuovi pozzi a Finalpia e la realizzazione del nuovo acquedotto nelle frazioni finalesi. Intanto a Finalpia, a seguito dei lavori di messa in sicurezza del torrente Sciusa, il trasferimento dei pozzi artesiani è già stato effettuato.

S. An.

IL SECOLO XIX

 

9/6/2006 VARIGOTTI, ANCHE UN’INIZIATIVA PROMOZIONALE
San Lorenzo, ultimato il restauro della chiesa


Concluso il restauro della storica chiesetta di San Lorenzo, l'Associazione che l'ha recuperata ha lanciato, tramite il suo sito internet (www.amicidisanlorenzo.org) un progetto di mail-art. Collegandosi al portale è possibile scaricare l’immagine della chiesa di San Lorenzo «vecchio», edificio alto-medievale situato su uno sperone roccioso a picco sul mare tra Varigotti e Capo Noli, sulle alture che circondano la baia del porto che fu interrato dai genovesi nel 1341. L’immagine è collocata sul lato più basso di un foglio A4 che presenta, nella parte alta, un angolo di cielo. Nello spazio bianco fra la chiesa e il cielo, i «concorrenti» possono sperimentare la loro creatività. Possono intervenire con qualsiasi tecnica o tecniche miste, utilizzando disegni originali, collage, fotografie, fotomontaggi, frasi, poesie, piccoli oggetti da incollare o punzonare sul foglio. «Lo scopo è diffondere, valicando i confini locali, l’immagine della chiesa di San Lorenzo, e far conoscere l’entusiasmo dei nostri associati come promotori di molte attività per la difesa, la conservazione e la manutenzione del monumento», dicono gli organizzatori. Gli Amici di San Lorenzo hanno invitato oltre 110 artisti di tutto il mondo a partecipare al progetto. Le opere dovranno pervenire all’associazione entro il 30 settembre 2006. Alla fine dell’anno realizzeranno un catalogo con tutte le immagini pervenute e organizzeranno durante le festività natalizie una mostra. La chiesa di San Lorenzo «vecchio» fu edificata, presumibilmente, su un preesistente luogo di culto di età bizantina. Nei primi decenni del XII secolo assunse l’attuale fisionomia ad opera dei monaci benedettini provenienti dall’isola di Lerin, cui l’aveva affidata il Vescovo di Albenga dopo la distruzione di Rotari nel 693 d.C. Lasciata in seguito dai monaci, divenne la chiesa parrocchiale di Varigotti. Insieme al castello di epoca bizantina, costituisce un complesso di grande interesse storico e naturalistico. Nel XVII secolo, quando la sede parrocchiale fu trasferita nella nuova chiesa edificata lungo la spiaggia, San Lorenzo divenne cappella cimiteriale per poi essere successivamente abbandonata. Gravemente danneggiata durante un bombardamento nel 1944, venne restaurata una prima volta dal 1946 al 1950.
a. r.


"LA STAMPA"

 
12/06/2006 Finale Ligure: l'ICI si paga con il modello F24.
 
Il Comune di Finale Ligure ha sottoscritto con l'Agenzia delle Entrate la convenzione per il pagamento dell'Imposta comunale sugli immobili con il modello F24, aggiungendosi alle molte amministrazioni locali che, in tutta Italia, hanno già aderito all'accordo.
I versamenti effettuati tramite il modello F24 presentano diversi vantaggi per il contribuente: si tratta, innanzitutto, di un servizio gratuito che non ha costi aggiuntivi e semplifica gli adempimenti.
Spiega l'Assessore alle Finanze del Comune di Finale Ligure, Marino Vichi: «Abbiamo adottato questa modalità di riscossione in via sperimentale per un anno. Il modello F24 agevola gli adempimenti tributari posti a carico dei contribuenti, consente il pagamento dell'Ici presso qualsiasi sportello bancario, postale o di concessionaria, senza alcun onere per il contribuente. Consente di fornire ai contribuenti un'ulteriore modalità di pagamento che rende il servizio offerto più funzionale ed efficiente, in quanto permette ai contribuenti di utilizzare un unico modello per i versamenti relativi ad immobili siti in qualsiasi Comune d'Italia»
"
RIVIERA NEWS"
 

13/06/06 Topolino sbarca al Malpasso

 

Ancora una volta il nostro paesaggio diventa il set di una produzione.
Questa volta si tratta di uno spot per Topolino, il mitico settimanale a fumetti, per presentare un nuovo gadget, la PP8 Boat, ossia il vascello dei pirati che verrà regalato in allegato a 4 numeri a partire dal 5 luglio.
Alessandra Bergero, PER CONTO DELLA PROVINCIA DI SAVONA, COME ITALIAN RIVIERA-ALPI DEL MARE FILM COMMISSION, ha assistito la produzione, per facilitare al massimo il loro lavoro, soprattutto per quanto riguarda le autorizzazioni ed i permessi necessari.
"La Producer della 'CHOCOLAT PRODUCTIONS' di Milano, SILVIA BERGAMASCHI, attraverso le ricerche di MARINA BELLO e i sopralluoghi di STEFANO DE MENECH e del regista RICCARDO STRUCHIL, ha selezionato per Topolino la spiaggia del Malpasso perché meglio si adattava alla storia ideata da SAATCHI & SAATCHI che prevede il ritrovamento di un tesoro da parte di due bambini.
Sono state effettuate anche delle riprese per la produzione di un format televisivo sul mondo pubblicitario per il canale satellitare "Leonardo".
Dopo anni di esperienza sul territorio delle due Province di Savona e Imperia (inizialmente anche Cuneo), dalla promozione a Cannes fino alla creazione di un network locale di contatti, e di un archivio fotografico di ‘Locations’ ( che viene inviato via Internet ogni giorno ai produttori di ogni parte del mondo), ormai riusciamo a coprire tutte le richieste e ad assistere le produzioni che arrivano, operando come liaison con gli Enti Pubblici e con le Autorità locali per quanto riguarda permessi e autorizzazioni, e occupandoci anche dell’ospitalità, della logistica e di tutto quanto può servire alla produzione.
Questi servizi sono erogati a titolo gratuito ai produttori, che vengono così incentivati a lavorare nelle nostre zone, grazie al sostegno della PROVINCIA DI SAVONA , che da sempre ha creduto a questo Progetto Film Commission, fondando la prima FILM COMMISSION in Italia, allora in forma sperimentale, nel 1998: la ITALIAN RIVIERA-ALPI DEL MARE FILM COMMISSION.
E’ in progetto finalmente la costituzione di una Film Commission regionale e speriamo di poter incentivare ulteriormente le produzioni sul nostro territorio anche attraverso la collaborazione con la Film Commission di Genova".

 

"PROVINCIA DI SAVONA"

 

15/6/2006 PROVVEDIMENTO DI COMUNE E PROVINCIA PER IMPEDIRE LA SOSTA, LA NUOVA SEGNALETICA DOPO LA RIASFALTATURA DELL’AURELIA
Via camper e auto con vista mare
Tra il porto di Finale e Varigotti i parcheggi trasferiti sul lato opposto

Rivoluzione lungo l’Aurelia tra Finale e Varigotti dove spariranno i camper FINALE LIGURE

Niente più camper e auto, con vista mare, fra il porto di capo San Donato e Varigotti. Ieri mattina, in un vertice fra tecnici della Provincia ed amministrazione comunale di Finale, è stata decisa una soluzione che impedisce, nei fatti, ai camper ed ad ogni altro mezzo di sostare dalla parte a mare dell'Aurelia, fra il porticciolo e l'ingresso di Ponente di Varigotti. Sono state «traslate» le due ampie corsie della statale: da questa notte sono state «spostate» di alcune metri verso il mare. Fra il nuovo tracciato e le protezioni a mare non c'è più nessuno spazio di sosta. Per un tratto di almeno 800 metri non c’è neppure la possibilità di fermarsi. Nella zona a monte della statale, invece, ci sarà una nuova segnaletica orizzontale e verticale che regolamenterà la sosta a centinaia di mezzi, a due e quattro ruote. I camper da anni occupano, soprattutto nei fine settimana, questa zona dell'Aurelia. Una posizione ideale per chi voleva un risveglio affacciato sul mare. La lunga fila di camper da sempre impedisce la vista del litorale, ed in ogni caso non dà una buona immagine. Tutti i tentativi di allontanare i camper sono stati vani. C'è chi è stato «pizzicato» a campeggiare, ma in prevalenza i camperisti si limitavano ad utilizzare, in modo legittimo, questi spazi come parcheggio. L’Aurelia dal porto alla Caprazoppa è gestita direttamente dal Comune. Nel tratto a levante di capo San Donato è invece rimasta sotto la giurisdizione della Provincia. Nei giorni scorsi, al termine di vari lavori nella zona, è stato rinnovato il manto stradale. Ieri mattina la decisione, che sembra un vero uovo di Colombo, che porterà al rinnovo di tutta la segnaletica ed alla soluzione del problema-camper. «In questa prima fase ci limiteremo a rettificare il tracciato. In seguito andremo a ridisegnare tutta l’area verso monte in cui ci sarà posto per centinaia di mezzi. Un grande posteggio che va studiato per agevolare tutti gli automobilisti. Si troveranno delle soluzioni che garantiranno un ingresso in sicurezza sull’Aurelia», spiegano i tecnici della Provincia. In poche settimane la zona di Varigotti potrebbe dunque aver risolto due problemi annosi: quello delle moto sul lungomare e quello dei camper. In tutti i casi sarà necessario un periodo di rodaggio ed una verifica sul campo. Chi è ancora alle prese con l'invasione del camper è Spotorno. Ad inizio giugno si è verificato un sovraffollamento di questi mezzi che hanno occupato località Serra, sono stati in parte dirottati, dato il loro alto numero, anche all'interno del campo sportivo.

a. r.

"LA STAMPA"

 

23/06/2006 Passeggiata Varigotti

Finale. Le aiuole della passeggiata a mare del rione di Varigotti quest'estate saranno adottate dagli operatori dell'associazione Bagni marini.
L'intervento di sistemazione delle aiuole e dell'impianto di irrigazione dei giardini è già stato inserito nel bilancio 2006 dall'amministrazione comunale Richeri e verrà eseguito immediatamente dopo l'estate. «L'amministrazione comunale, che ha messo a bilancio ventimila euro per realizzare questo intervento di miglioramento della passeggiata a mare _ ha dichiarato Fabrizio Fornasiero presidente dell'associazione "Varigotti insieme" che sta dandosi da fare per unire il paese collaborando con tutti i soggetti interessati _ Lo voleva realizzare prima del prossimo autunno, ma avendo approvato il bilancio in ritardo rispetto al previsto, si sarebbe rischiato di eseguirlo già a stagione estiva iniziata». E da qui l'idea, avanzata dal presidente Fornasiero, di far adottare le aiuole dai Bagni marini che hanno accolto l'invito. Ma tra le richieste avanzate dall'associazione all'amministrazione comunale c'è anche la sistemazione della piazza del mare, opera peraltro già inserita nel bilancio 2006 per tredicimila euro.
«E un grave problema, segnalato al comune di Finale e finalmente risolto, è quello del parcheggio selvaggio delle moto che venivano posteggiate sulla passeggiata a mare fino allo scorso anno _ ha concluso Fornasiero _ Ora il divieto viene fatto rispettare e le moto hanno 140 posti prima inesistenti».
S. An.


IL SECOLO XIX

 

 

28/6/2006 Case per tremila nuovi residenti
Finale presenta il piano urbano comunale. Discussione in consiglio il 10 luglio. L'assessore Ferrari: «Cambiamo volto alla città»
Insediamenti abitativi sulle aree Piaggio e Ghigliazza. L'Aurelia diventa una passeggiata a mare

Finale. La via Aurelia lascerà il posto a una nuova passeggiata a mare. Dalla Caprazoppa al confine con Borgio si snoderà un'unica "promenade" intervallata soltanto da un ponte che sovrasterà l'ingresso della nuova area portuale. Questi i punti salienti del Piano urbanistico comunale che verrà presentato al consiglio comunale finalese il 10 luglio. È il progetto definitivo del Puc rivisto in base alle osservazioni fatte da Provincia e Regione oltre che da 200 privati.
L'Aurelia finirà in galleria e l'area Ghigliazza permetterà la realizzazione di un nuovo quartiere residenziale oltre che a un sito archeologico nella zona delle "Arene candide" e un porticciolo turistico attrezzato per l'ormeggio di barche di tutto rispetto.
Ma all'interno dell'area oltre la Caprazoppa nascerà anche un palazzetto dello sport, una piscina, e campi da tennis. «Tutto è stato studiato nei particolari. Nulla è lasciato al caso. La bonifica del cantieri Ghigliazza è già iniziata e, salvo imprevisti i lavori dovrebbero concludersi nel giro di 5 anni».
Giovanni Ferrari, assessore all'urbanistica, mette in evidenza un'insieme di interventi che fanno capire chiaramente come la città cambierà volto in maniera definitiva.
«Nella sola area Ghigliazza saranno realizzati 119 mila metri cubi di cui 87 mila per la costruzione di alloggi lasciando una quota che va dal 10 al 15 per cento per l'edilizia convenzionata. Poi ci sono previsti 15 mila metri cubi per gli alberghi, 12 mila per residence e 5 mila per negozi. Vogliamo unificare la città collegandola con l'estremo ponente perché non vogliamo la nascita di città satellite».
E questa è anche la filosofica di Flaminio Richeri che, come sindaco, pur delegando completamente l'avvocato Ferrari, ha voluto sottolineare come l'operazione abbia avuto il placet, sino dai primi passi, dell'intera giunta comunale.
L'altro aspetto del Puc riguarda l'area Piaggio dove una nuova urbanizzazione sarà possibile soltanto per finanziare il passaggio dell'azienda aeronautica da Finale a Villanova d'Albenga.
«La zona, anche nel Puc - aggiunge l'assessore Ferrari - rimane industriale. L'accordo con la Piaggio è chiaro. Stiamo aspettando che avvenga il trasferimento poi daremo l'ok alle richieste dell'azienda. A disposizione per costruire, rispetto ai 340 mila metri cubi attuali, ci saranno 250 mila metri e potranno essere realizzati circa 450 alloggi oltre ad alberghi, negozi e laboratori artigianali. Così nascerà un nuovo quartiere, fra Piaggio e Ghigliazza, che darà ospitalità a oltre 3 mila abitanti».
Con il nuovo Piano urbanistico , inoltre, nella zona di Varigotti potranno essere realizzati 12 mila metri cubi per alloggi e strutture ricettive; per Finalpia 18 mila; per Marina e Borgo 12 mila metri cubi.
Daniele La Corte

IL SECOLO XIX

 

29/6/2006 I SINDACATI DEGLI AUTISTI MINACCIANO SCIOPERI
Aurelia a rischio La Sar protesta

Gli autisti della Sar protestano per i troppi punti a rischio lungo l’Aurelia FINALE L.

Ci sono, nei fine settimana, alcuni tratti dell’Aurelia che diventano «off limits» per i pullman della Sar, costringendo a «violare palesemente il codice della strada». Con un lettera che sembra un bollettino di guerra, con l’indicazione dei punti dolenti e delle difficoltà da superare, le organizzazioni sindacali dei trasporti della provincia di Savona (Filt-Cgil,Uil) illustrano la situazione prossima al collasso e richiedono interventi da parte delle amministrazioni comunali (che spesso promettono ma non sempre mantengono). In particolare la rappresentanza sindacale della Sar avverte che se non saranno accolte alcune delle richieste contenute in una sua specifica «controproposta», sarà costretta «a mettere in programma incisive azioni sindacali, attivando le procedure per la preparazione di un primo sciopero di 4 ore del personale dell’azienda». I tratti caldi nel traffico di fine settimana sull’Aurelia sono quelli da Noli a Finale e da Alassio a Laigueglia. Lì gli autobus sono costretti a fare veri e propri slalom, oltrepassando anche la linea di mezzeria (pure in prossimità di curve). Attenzione, dicono i sindacati, la situazione non è più tollerabile per la sicurezza stradale e per gli stessi passeggeri trasportati. «Se poi facciamo un incidente in tali condizioni spetta a noi l’onere di eventuali sanzioni», dicono gli autisti. Ma quali sono i punti di maggior criticità? Nel comune di Noli, fra l’hotel Monique e l’hotel Caponoli; a Finale nel tratto tra il Malpasso e Varigotti; sempre a Finale fra Varigotti e Capo san Donato; nel comune di Alassio fra la Capannina e i bagni La Scogliera; a Laigueglia i tornanti in prossimità della discoteca La Suerte. Critiche vengono rivolte ai comuni di Finale Ligure (la fermata bus di Varigotti è stata «trasformata dal Comune in zona parcheggio motocicli, costringendo i bus a fermare in mezzo alla via Aurelia») e di Andora (per quanto riguarda l’area del capolinea). C’è poi il problema collegato al superlavoro che impedisce di fruire delle ferie e dei giorni di riposo. Secondo i sindacati, la proposta avanzata dalla Sar sarebbe «inaccettabile» perché comporterebbe un «eccessivo carico di ore di guida». Mancano cioè «adeguate pause» e il necessario «recupero psicofisico». Unico aspetto positivo, secondo i sindacati Filt-Cgil,Uil, è rivolta alla Provincia che «ha preso in considerazione il problema iniziando ad installare dissuasori fissi per impedire la sosta nei punti più pericolosi».

r. sr.
"LA STAMPA"

 

     

lug

  2006: mag - apr - feb - gen - 2005 dic - nov- ott- set- ago- lug- giu

HOME