Home < Non solo libri

 

Tutto il materiale è fornito da Davide

 

       Correvano gli elettrizzanti anni settanta, i frivoli ballavano al ritmo dei Bee Gees, gli impegnati discutevano sugli anni di piombo, e a Varigotti un affezionato e fantasioso frequentatore del Borgo Vecchio, tutt’ora (piu’ che mai) presente con le sue iniziative, decideva di creare la “Repubblica Marinara di Varigotti”.

        Cittadinanza riservata ai frequentatori pluriennali del borgo, e comunque a insindacabile giudizio del creatore e capomastro.

La “Repubblica Marinara di Varigotti” aveva il suo statuto, i suoi documenti, i suoi simboli, le sue cariche e le sue iniziative. In particolare feste diurne e notturne, grigliate sulla spiaggia e alla spiaggetta, libagioni sapientemente irrorate da bevande alquanto alcoliche, cacce al tesoro, serate musicali, battaglie di gavettoni, giochi vari a premi.

         Come tante altre brillanti iniziative, purtroppo la “Repubblica Marinara di Varigotti” ebbe vita breve, come una meteora. Ma chi vi prese parte ricorda ancora l’euforia di quella magica estate.

 

 

 

 

HOME